• Presidio Turistico Oliena Galaveras
  • 0784 286078
  • info@visitoliena.com

LA TUA VACANZA

Scopri dove dormire e dove mangiare ad Oliena.

Ospitalità

L’ autenticità
delle cose vere

VISITA LA PAGINA

Natura e Archeologia

Dove
le emozioni nascono

VISITA LA PAGINA

Enogastronomia

Il sublime
naturale

VISITA LA PAGINA

Tradizione e Artigianato

Preservare
per rinnovare

VISITA LA PAGINA

Visit Oliena

Spirito di accoglienza genuino e autentico

La tua Vacanza

Un tuffo in un passato che vive ancora oggi

Scegli la tua escursione a Oliena

in un territorio aspro e selvaggio, dove, tra i maestosi costoni del Monte Corrasi, si nascondono grotte e risorgive

Su Gorroppu. Il grande Canyon

Il Canyon di Gorroppu è una delle gole più profonde, selvagge e straordinariamente affascinanti d’Europa, originata da assestamenti tettonici e modellata dall’azione erosiva dell’acqua. In […]

Artigiani e sapori di Tonara

La fama di Tonara, paese del centro della Barbagia, è legata soprattutto alla lavorazione artigianale del torrone e alla realizzazione artistica dei campanacci. Il torrone, […]

Gallery

I sapori e colori di Oliena.



 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani in contatto con noi

HANNO SCRITTO DI OLIENA

  • ''

    Giacinto era a Oliena... Il villaggio bianco sotto i monti azzurri e chiari come fatti di marmo e aria, ardeva come una cava di calce…..Giacinto guardava le donne che andavano a messa, composte, rigide, coi visi quadrati, pallidi nella cornice dei capelli lucenti come raso nero, i malleoli nudi di cerbiatta, le belle scarpette fiorite: sedute sul pavimento della chiesa, coi corsetti rossi, quasi del tutto coperte dai fazzoletti ricamati, davano l’idea di un campo di fiori.

    Grazia Deledda, Canne al vento | 1913
  • ''

    Oliena è un paese vicino a Nuoro, dove si produce il vino più profumato e squisito; un vino che quando ne bevete vi accomoda tutte le faccende del corpo e dell’anima. Quei che non v’anno troppo dimestichezza devono assaggiarlo a bicchierini per farsi la bocca buona come d’un liquore. Fra i vini di lusso è reputato dei migliori d’Italia e merita d’essere stimato come vale.

    Giuseppe Luigi de Villa, La barbagia e i barbaricini in Sardegna | 1889
  • ''

    Per chi guardi da Nuoro, Oliena offre già un colpo d’occhio singolare: le sue montagne sono forse uniche nell’isola. Dolomiti di Sardegna… Oliena si adagia alle falde di una montagna che si leva a strapiombo come una parete; non più grigia come le altre montagne sarde , non più aspra, non più ricoperta da macchie di boschi; ma una montagna più luminosa e solenne, di calcare velato di azzurrino a lunghe venature bianche che vengon giù dalla cima come interminabili e innumerevoli nastr

    Nicola Valle, Scompare un'isola: viaggio in Sardegna
  • ''

    Pochi paesi della Sardegna hanno come Oliena il dono di affascinare l’uomo. Dipinta in mille quadri, tutti i pittori,da Giuseppe Biasi a Pietro Collu, l’hanno sempre guardata come si guarda una donna amata

    Francesco Zedda, Le vie d’Italia
  • ''

    Oliena per chi viene da Nuoro è la meta di un pellegrinaggio fatato e fatale nel miglior senso della parola, venir a Nuoro senza fare una capatina a Oliena è un caso di coscienza. Poiché bisogna sapere che, tra i luoghi prediletti della natura, Oliena può vantarsi d’occupare un bel posto

    Tullio Bazzi, Barbagia | 1889
  • ''

    ...monte Uddè, monte Corrasi…. sorgevano dalla conca luminosa come petali di un immenso fiore aperto al mattino; e il cielo stesso pareva curvarsi pallido e commosso su tanta bellezza.

    Grazia Deledda, Canne al vento | 1913
  • ''

    ...andate dunque da Monterosso di Mare a Oliena d’Oltremare valicando il Tirreno sino al golfo di Orosei.. sono certo che là è la meta sublime delle vostre peregrinazioni eloquenti là è l’estasi e il silenzio...

    G. D’Annunzio
  • ''

    ... Non conoscete il Nepente d'Oliena neppure per fama? Ahi, lasso! Io son certo che, se ne beveste un sorso, non vorreste mai più partirvi dall'ombra delle candide rupi, e scegliereste per vostro eremo una di quelle cellette scarpellate nel macigno che i Sardi chiamano Domos de Janas...

    G. D’Annunzio
  • ''

    Oliena... E’ un meraviglioso paese ai piedi del monte più bello che Dio abbia creato, e produce un vino nel quale si sono infiltrate tutte le essenze della nostra terra, il mirto, il corbezzolo, il cisto e il lentischio.

    S. Satta